Alice in Wonderland

CHAPTER 7

Alice nel paese delle meraviglie

CAPITOLO 7

PLEASE NOTE: this translation is made available here for educational purposes, and it is illegal to use it otherwise.

NOTA: questa traduzione è qui disponibile per uso didattico e è illegale usarla altrimenti.

 

CHAPTER 7

CAPITOLO 7

A Mad Tea-Party

Una festa pazza

There was a table set out under a tree in front of the house, and the March Hare and the Hatter were having tea at it: a Dormouse was sitting between them, fast asleep, and the other two were using it as a cushion, resting their elbows on it, and talking over its head.

C'era un tavolo sistemato sotto un albero davanti alla casa e la lepre marzolina e il cappellaio prendevano il tè: in mezzo a essi sedeva un ghiro, addormentato come un sasso, e gli altri due lo usavano come un cuscino, tenendogli i gomiti appoggiati sopra e parlando al di sopra della sua testa.

«Very uncomfortable for the Dormouse,» thought Alice; «only, as it's asleep, I suppose it doesn't mind.»

«Molto scomodo per il ghiro» pensò Alice; «però visto che dorme, suppongo che non ci faccia caso».

The table was a large one, but the three were all crowded together at one corner of it: "No room! No room!" they cried out when they saw Alice coming.

Il tavolo era grande, ma i tre se ne stavano pigiati in un angolo: "non c'è posto! non c'è posto!" gridarono quando videro arrivare Alice.

"There's plenty of room!" said Alice indignantly, and she sat down in a large arm-chair at one end of the table.

"Ci sono un sacco di posti!" disse Alice indignata, e si sedette in un'ampia poltrona a un capo del tavolo.

"Have some wine," the March Hare said in an encouraging tone.

"Un goccio di vino?" disse la lepre marzolina in tono incoraggiante.

Alice looked all round the table, but there was nothing on it but tea.

Alice guardò sul tavolo, ma c'era soltanto il tè.

"I don't see any wine," she remarked.

"Io di vino non ne vedo" osservò.

"There isn't any," said the March Hare.

"Non ce n'è" disse la lepre marzolina.

"Then it wasn't very civil of you to offer it," said Alice angrily.

"Allora non è stato tanto educato da parte tua offrirlo" disse Alice stizzita.

"It wasn't very civil of you to sit down without being invited," said the March Hare.

"Non è stato tanto educato sederti senza essere invitata" disse la lepre marzolina.

"I didn't know it was your table," said Alice; "it's laid for a great many more than three."

"Non sapevo che il tavolo fosse tutto per voi" disse Alice; "è apparecchiato per molto più di tre persone".

"Your hair wants cutting," said the Hatter.

"Sarebbe ora che ti tagliassi i capelli" disse il cappellaio.

He had been looking at Alice for some time with great curiosity, and this was his first speech.

Era un bel pezzo che guardava Alice con grande curiosità e queste furono le sue prime parole.

"You should learn not to make personal remarks," Alice said with some severity; "it's very rude."

"Dovresti imparare che non si fanno osservazioni personali" disse Alice con una certa severità; "è da maleducati".

The Hatter opened his eyes very wide on hearing this; but all he said was, "Why is a raven like a writing-desk?"

Il cappellaio sgranò gli occhi a sentire ciò, ma si limitò a dire: "perché un corvo è come uno scrittoio?"

«Come, we shall have some fun now!» thought Alice. "I'm glad they've begun asking riddles. ...I believe I can guess that," she added aloud.

«Oh, adesso viene il bello!» pensò Alice. "Sono contenta che abbiano incominciato con gli indovinelli. ...credo di poterci arrivare" aggiunse a voce alta.

"Do you mean that you think you can find out the answer to it?" said the March Hare.

"Vuoi dire che credi di poter trovare la risposta?" disse la lepre marzolina.

"Exactly so," said Alice.

"Proprio così" disse Alice.

"Then you should say what you mean," the March Hare went on.

"Allora dovresti dire quello che intendi" continuò la lepre marzolina.

"I do," Alice hastily replied; "at least... at least I mean what I say... that's the same thing, you know."

"È quello che faccio" rispose subito Alice; "almeno... almeno intendo quello dico... che è la stessa cosa, o no?"

"Not the same thing a bit!" said the Hatter. "You might just as well say that «I see what I eat» is the same thing as «I eat what I see»!"

"Non è per niente la stessa cosa!" disse il cappellaio. "Sarebbe come dire che «vedo ciò che mangio» è la stessa cosa di «mangio ciò che vedo»!"

"You might just as well say," added the March Hare, "that «I like what I get» is the same thing as «I get what I like»!"

"Sarebbe come dire" aggiunse la lepre marzolina, "che «mi piace ciò che prendo» è la stessa cosa di «prendo ciò che mi piace!»"

"You might just as well say," added the Dormouse, who seemed to be talking in his sleep, "that «I breathe when I sleep» is the same thing as «I sleep when I breathe»!"

"Sarebbe come dire" aggiunse il ghiro, che sembrava parlare nel sonno, "che «respiro quando dormo» è la stessa cosa di «dormo quando respiro»!"

"It is the same thing with you," said the Hatter, and here the conversation dropped, and the party sat silent for a minute, while Alice thought over all she could remember about ravens and writing-desks, which wasn't much.

"Ma per te è la stessa cosa" disse il cappellaio, e qui la conversazione languì e il gruppo sedette in silenzio per un minuto, mentre Alice rifletteva su tutto quello che riusciva a ricordarsi sui corvi e sulle scrivanie, che non era molto.

The Hatter was the first to break the silence.

Il cappellaio fu il primo a rompere il silenzio.

"What day of the month is it?" he said, turning to Alice: he had taken his watch out of his pocket, and was looking at it uneasily, shaking it every now and then, and holding it to his ear.

"Quanti ne abbiamo oggi?" disse, rivolgendosi ad Alice: aveva tirato fuori l'orologio di tasca e lo guardava nervosamente, scuotendolo di tanto in tanto e portandoselo all'orecchio.

Alice considered a little, and then said "The fourth."

Alice stette a pensarci un momento e poi disse: "quattro".

"Two days wrong!" sighed the Hatter. "I told you butter wouldn't suit the works!" he added looking angrily at the March Hare.

"Sgarra di due giorni!" sospirò il cappellaio. "Ti avevo detto che il burro non è adatto per il movimento!" aggiunse guardando storto la lepre marzolina.

"It was the best butter," the March Hare meekly replied.

"Era il burro migliore" rispose umilmente la lepre marzolina.

"Yes, but some crumbs must have got in as well," the Hatter grumbled: "you shouldn't have put it in with the bread-knife."

"Sì, ma deve esserci finita dentro qualche briciola" brontolò il cappellaio; "non avresti dovuto applicarlo col coltello del pane".

The March Hare took the watch and looked at it gloomily: then he dipped it into his cup of tea, and looked at it again: but he could think of nothing better to say than his first remark, "It was the best butter, you know."

La lepre marzolina prese l'orologio e lo guardò con aria desolata, poi lo inzuppò nella sua tazza di tè e tornò a guardarlo, ma non le venne in mente nient'altro di meglio della sua osservazione di prima: "era il burro migliore", ti dico.

Alice had been looking over his shoulder with some curiosity.

Alice aveva sbirciato da sopra le sue spalle incuriosita.

"What a funny watch!" she remarked. "It tells the day of the month, and doesn't tell what o'clock it is!"

"Che buffo orologio!" osservò. "Dice i giorni del mese e non dice le ore del giorno!"

"Why should it?" muttered the Hatter. "Does your watch tell you what year it is?"

"Perché dovrebbe?" brontolò il cappellaio. "Il tuo orologio segna forse che anno è?"

"Of course not," Alice replied very readily: "but that's because it stays the same year for such a long time together."

"Certo che no" rispose Alice prontamente; "ma questo è perché resta lo stesso anno per tanto di quel tempo tutto insieme".

"Which is just the case with mine," said the Hatter.

"Che è proprio come nel caso del mio" disse il cappellaio.

Alice felt dreadfully puzzled. The Hatter's remark seemed to have no sort of meaning in it, and yet it was certainly English.

Alice si sentiva terribilmente perplessa. L'osservazione del cappellaio sembrava non avere alcun significato, eppure era certamente inglese.

"I don't quite understand you," she said, as politely as she could.

"Proprio non ti capisco" disse più gentilmente che poté.

"The Dormouse is asleep again," said the Hatter, and he poured a little hot tea upon its nose.

"Il ghiro si è riaddormentato" disse il cappellaio, e gli versò un po' di tè bollente sul naso.

The Dormouse shook its head impatiently, and said, without opening its eyes, "Of course, of course; just what I was going to remark myself."

Il ghiro scosse la testa seccato e disse, senza aprire gli occhi: "naturalmente, naturalmente; proprio quello che stavo per dire io.

"Have you guessed the riddle yet?" the Hatter said, turning to Alice again.

"Allora hai risolto l'indovinello?" disse il cappellaio rivolgendosi di nuovo ad Alice.

"No, I give it up," Alice replied: "what's the answer?"

"No, mi arrendo" rispose Alice. "Qual'è la soluzione?"

"I haven't the slightest idea," said the Hatter.

"Non ne ho la più pallida idea" disse il cappellaio.

"Nor I," said the March Hare.

"Neanche io" disse la lepre marzolina.

Alice sighed wearily.

Alice sospirò stancamente.

"I think you might do something better with the time," she said, "than waste it in asking riddles that have no answers."

"Penso che potreste impiegare meglio il tempo" disse, "invece di far spreco di esso in indovinelli senza risposta".

"If you knew Time as well as I do," said the Hatter, "you wouldn't talk about wasting it. It's him."

"Se tu conoscessi il Tempo come lo conosco io" disse il cappellaio, "non parleresti di far spreco di esso. È un lui.

"I don't know what you mean," said Alice.

"Non so che vuoi dire" disse Alice.

"Of course you don't!" the Hatter said, tossing his head contemptuously. "I dare say you never even spoke to Time!"

"Naturale che no!" disse il cappellaio, scuotendo sdegnosamente la testa. "Presumo che col Tempo non c'hai mai neanche parlato!"

"Perhaps not," Alice cautiously replied: "but I know I have to beat time when I learn music."

"Forse no" rispose Alice cautamente, "ma so che quando studio musica devo battere il tempo".

"Ah! that accounts for it," said the Hatter. "He won't stand beating. Now, if you only kept on good terms with him, he'd do almost anything you liked with the clock. For instance, suppose it were nine o'clock in the morning, just time to begin lessons: you'd only have to whisper a hint to Time, and round goes the clock in a twinkling! Half-past one, time for dinner!"

"Ah, questo spiega tutto" disse il cappellaio. "Lui non tollera di essere battuto. Ora, basterebbe che tu mantenessi buoni rapporti con lui che farebbe quasi tutto ciò che vuoi con l'orologio. Per esempio, immagina che siano le nove, ora d'inizio delle lezioni: non avresti che da accennarne al Tempo e in un batter d'occhio l'orologio si mette a girare! L'una e mezza, ora di pranzo!"

("I only wish it was," the March Hare said to itself in a whisper.)

("Magari!" mormorò tra sé e sé la lepre marzolina).

"That would be grand, certainly," said Alice thoughtfully: "but then... I shouldn't be hungry for it, you know."

"Sarebbe il massimo, certamente" disse Alice pensierosa; "ma poi... potrei anche non aver fame".

"Not at first, perhaps," said the Hatter: "but you could keep it to half-past one as long as you liked."

"Non subito, magari" disse il cappellaio, "ma potresti tenerlo fermo sull'una e mezza finquando ti pare".

"Is that the way you manage?" Alice asked.

"È così che fate voi? domandò Alice.

The Hatter shook his head mournfully.

Il cappellaio scosse il capo tristemente.

"Not I!" he replied. "We quarrelled last March... just before he went mad, you know..." (pointing with his tea spoon at the March Hare,) "...it was at the great concert given by the Queen of Hearts, and I had to sing

"Io no!" rispose. "Abbiamo litigato lo scorso marzo... giusto prima che lei ammattisse..." (indicando col cucchiaino la lepre marzolina) "... fu al gran concerto dato dalla Regina di Cuori, e io dovevo cantare

«Twinkle, twinkle, little bat!

«Brilla, brilla, pipistrello!

How I wonder what you're at!»

che complotti mi domando?»

You know the song, perhaps?"

Forse conosci la canzone?"

"I've heard something like it," said Alice.

"Ho già sentito qualcosa così" disse Alice.

"It goes on, you know," the Hatter continued, "in this way: ...

"Poi continua" proseguì il cappellaio, "dice così: ...

«Up above the world you fly,

«Sopra al mondo t'alzi in volo,

Like a tea-tray in the sky.

Qual vassoio su nel cielo.

Twinkle, twinkle...»"

Brilla, brilla...»"

Here the Dormouse shook itself, and began singing in its sleep "Twinkle, twinkle, twinkle, twinkle..." and went on so long that they had to pinch it to make it stop.

A questo punto il ghiro si scosse e incominciò a cantare nel sonno "Brilla, brilla, brilla, brilla..." e continuò così a lungo che dovettero dargli un pizzicotto per farlo smettere.

"Well, I'd hardly finished the first verse," said the Hatter, "when the Queen jumped up and bawled out, «He's murdering the time! Off with his head!»"

"Beh, non avevo nemmeno finito la prima strofa" disse il cappellaio, "che la Regina balzò in piedi e gridò: «sta ammazzando il tempo! Via la sua testa!»"

"How dreadfully savage!" exclaimed Alice.

"Quanto spaventosamente sanguinario!" esclamò Alice.

"And ever since that," the Hatter went on in a mournful tone, "he won't do a thing I ask! It's always six o'clock now."

"E da allora" proseguì il cappellaio con voce malinconica, "non vuole più fare niente di quel che gli chiedo! Adesso sono sempre le sei".

A bright idea came into Alice's head.

Alice ebbe un lampo d'intuizione.

"Is that the reason so many tea-things are put out here?" she asked.

"Allora è per questo che ci sono tanti oggetti da tè?" chiese.

"Yes, that's it," said the Hatter with a sigh: "it's always tea-time, and we've no time to wash the things between whiles."

"Sì, proprio per questo" disse il cappellaio con un sospiro: "è sempre l'ora del tè e non abbiamo il tempo di sciacquare gli oggetti tra un sorso e l'altro".

"Then you keep moving round, I suppose?" said Alice.

"Allora continuate a cambiare posto, è così?" disse Alice.

"Exactly so," said the Hatter: "as the things get used up."

"Proprio così" disse il cappellaio: "man mano che gli oggetti finiscono".

"But what happens when you come to the beginning again?" Alice ventured to ask.

"Ma che succede quando ricominciate il giro?" si arrischiò a chiedere Alice.

"Suppose we change the subject," the March Hare interrupted, yawning. "I'm getting tired of this. I vote the young lady tells us a story."

"E se cambiassimo argomento?" interruppe la lepre marzolina, sbadigliando. "Tutto questo mi annoia. Propongo che la signorina ci racconti una storia".

"I'm afraid I don't know one," said Alice, rather alarmed at the proposal.

"Temo di non saperne" disse Alice, piuttosto allarmata dalla proposta.

"Then the Dormouse shall!" they both cried. "Wake up, Dormouse!"

"Allora tocca al ghiro!" esclamarono insieme. "Sveglia, ghiro!"

And they pinched it on both sides at once.

E lo pizzicarono contemporaneamente da una parte e dall'altra.

The Dormouse slowly opened his eyes.

Il ghiro aprì lentamente gli occhi.

"I wasn't asleep," he said in a hoarse, feeble voice: "I heard every word you fellows were saying."

"Mica dormivo" disse con voce flebile e roca. "Ho sentito tutto quello che dicevate".

"Tell us a story!" said the March Hare.

"Raccontaci una storia!" disse la lepre marzolina.

"Yes, please do!" pleaded Alice.

"Sì, ti prego!" supplicò Alice.

"And be quick about it," added the Hatter, "or you'll be asleep again before it's done."

"E fa alla svelta" aggiunse il cappellaio, "o ti riaddormenti prima di arrivare alla conclusione".

"Once upon a time there were three little sisters," the Dormouse began in a great hurry; "and their names were Elsie, Lacie, and Tillie; and they lived at the bottom of a well..."

"C'erano una volta tre sorelline" attaccò il ghiro in tutta fretta, "che di nome facevano Elsie, Lacie e Tillie e che vivevano in fondo a un pozzo..."

"What did they live on?" said Alice, who always took a great interest in questions of eating and drinking.

"Di che cosa vivevano?" disse Alice, che era sempre molto interessata alle questioni del mangiare e del bere.

"They lived on treacle," said the Dormouse, after thinking a minute or two.

"Vivevano di melassa" disse il ghiro, dopo averci pensato un paio di minuti.

"They couldn't have done that, you know," Alice gently remarked; "they'd have been ill."

"Ma non sta né in cielo né in terra" osservò Alice dolcemente; "si sarebbero ammalate".

"So they were," said the Dormouse; "very ill."

"Infatti lo erano" disse il ghiro; "molto malate".

Alice tried to fancy to herself what such an extraordinary ways of living would be like, but it puzzled her too much, so she went on: "But why did they live at the bottom of a well?"

Alice cercava di immaginarsi come doveva essere una vita così fuori dal comune, ma la sconcertava troppo, così continuò: "ma perché abitavano in fondo a un pozzo?"

"Take some more tea," the March Hare said to Alice, very earnestly.

"Prendi ancora un po' di tè" disse la lepre marzolina ad Alice molto seriamente.

"I've had nothing yet," Alice replied in an offended tone, "so I can't take more."

"Se non ne ho ancora avuto nemmeno una goccia" rispose Alice piccata; "non posso certo prenderne di più".

"You mean you can't take less," said the Hatter: "it's very easy to take more than nothing."

"Vuoi dire che non puoi prenderne di meno" disse il cappellaio; "prendere di più di niente è facilissimo".

Nobody asked your opinion," said Alice.

"Nessuno ha chiesto il tuo parere" disse Alice.

"Who's making personal remarks now?" the Hatter asked triumphantly.

"Chi è quello che critica adesso?" chiese trionfante il cappellaio.

Alice did not quite know what to say to this: so she helped herself to some tea and bread-and-butter, and then turned to the Dormouse, and repeated her question.

Alice non sapeva proprio cosa ribattere, perciò si servì un po' di tè e pane e burro e poi si rivolse al ghiro e ripeté la domanda.

"Why did they live at the bottom of a well?"

"Perché vivevano in fondo a un pozzo?"

The Dormouse again took a minute or two to think about it, and then said, "It was a treacle-well."

Il ghiro si prese di nuovo un paio di minuti per pensarci su e poi disse: "era un pozzo di melassa".

"There's no such thing!" Alice was beginning very angrily, but the Hatter and the March Hare went "Sh! sh!" and the Dormouse sulkily remarked, "If you can't be civil, you'd better finish the story for yourself."

"Ma non esistono!" esordì col dire Alice con grande irritazione, ma il cappellaio e la lepre marzolina le fecero: "ssst!" e il ghiro immusonito osservò: "cerca di essere più educata, se non la storia te la finisci da sola".

"No, please go on!" Alice said very humbly; "I won't interrupt again. I dare say there may be one."

"No, ti prego, vai avanti!" disse Alice molto umilmente; "non interrompo più. Immagino che uno potrebbe esistere".

"One, indeed!" said the Dormouse indignantly.

"Altro che uno!" disse il ghiro indignato.

However, he consented to go on.

Tuttavia acconsentì a proseguire.

"And so these three little sisters... they were learning to draw, you know..."

"Allora le tre sorelline... stavano imparando a disegnare, sapete... ".

"What did they draw?" said Alice, quite forgetting her promise.

"Che cosa disegnavano?" disse Alice, totalmente dimentica della sua promessa.

"Treacle," said the Dormouse, without considering at all this time.

"Melassa" disse il ghiro, stavolta senza perdersi in riflessioni.

"I want a clean cup," interrupted the Hatter: "let's all move one place on."

"Voglio una tazza pulita" interruppe il cappellaio, "spostiamoci tutti di un posto".

He moved on as he spoke, and the Dormouse followed him: the March Hare moved into the Dormouse's place, and Alice rather unwillingly took the place of the March Hare.

Si spostò mentre parlava, seguito dal ghiro: la lepre marzolina andò al posto del ghiro e Alice piuttosto contrariata prese il posto della lepre marzolina.

The Hatter was the only one who got any advantage from the change: and Alice was a good deal worse off than before, as the March Hare had just upset the milk-jug into his plate.

Il cappellaio era l'unico a trarre vantaggio dal cambiamento, mentre Alice era messa molto peggio di prima, perché la lepre marzolina le aveva appena rovesciato il bricco del latte nel piatto.

Alice did not wish to offend the Dormouse again, so she began very cautiously: "But I don't understand. Where did they draw the treacle from?"

Alice non voleva offendere ancora il ghiro e così incominciò con molta cautela: "però io non capisco. Da dove l'attingevano la melassa?

"You can draw water out of a water-well," said the Hatter; "so I should think you could draw treacle out of a treacle-well... eh, stupid?"

"L'acqua si attinge da un pozzo dell'acqua" disse il cappellaio; "perciò direi che la melassa si attinge da un pozzo della melassa... no, sciocchina?"

"But they were in the well," Alice said to the Dormouse, not choosing to notice this last remark.

"Ma loro stavano dentro il pozzo" disse Alice al ghiro, decidendo d'ignorare quest'ultima osservazione.

"Of course they were," said the Dormouse; "...well in."

"Naturalmente" disse il ghiro, "...dentro dentro".

This answer so confused poor Alice, that she let the Dormouse go on for some time without interrupting it.

Questa risposta sconcertò a tal punto la povera Alice che per un po' lasciò continuare il ghiro senza interromperlo

"They were learning to draw," the Dormouse went on, yawning and rubbing its eyes, for it was getting very sleepy; "and they drew all manner of things... everything that begins with an M... "

"Imparavano a disegnare" continuò il ghiro, sbadigliando e fregandosi gli occhi, dato che gli era tornato un gran sonno, "e disegnavano ogni genere di cose... tutte quelle che incominciano per emme..."

"Why with an M?" said Alice.

"Perché per emme?" disse Alice.

"Why not?" said the March Hare.

"Perché no?" disse la lepre marzolina.

Alice was silent.

Alice tacque.

The Dormouse had closed its eyes by this time, and was going off into a doze; but, on being pinched by the Hatter, it woke up again with a little shriek, and went on:

Nel frattempo il ghiro aveva chiuso gli occhi e si stava appisolando; ma, pizzicato dal cappellaio, si risvegliò con un piccolo strido e riprese:

"... that begins with an M, such as mouse-traps, and the moon, and memory, and muchness... you know you say things are «much of a muchness» ...did you ever see such a thing as a drawing of a muchness?"

"... che incominciano per emme, come molassa, montagna, memoria, mole... sai che si dice che tante cose insieme sono «una gran mole» ...hai mai visto una cosa come un disegno di una mole?"

"Really, now you ask me," said Alice, very much confused, "I don't think..."

"Per la verità, adesso che me lo chiedi" disse Alice molto confusa, "non mi pare..."

"Then you shouldn't talk," said the Hatter.

"Allora faresti meglio a star zitta" disse il cappellaio.

This piece of rudeness was more than Alice could bear: she got up in great disgust, and walked off; the Dormouse fell asleep instantly, and neither of the others took the least notice of her going, though she looked back once or twice, half hoping that they would call after her: the last time she saw them, they were trying to put the Dormouse into the teapot.

Questa sgarbatezza fu più di quanto Alice poteva sopportare: si alzò molto disgustata e si allontanò; il ghiro si addormentò di botto e nessuno degli altri fece caso alla sua partenza, benché lei si voltò un paio di volte, con la mezza speranza che la richiamassero indietro: l'ultima volta che li vide, cercavano di mettere il ghiro nella teiera.

"At any rate I'll never go there again!" said Alice as she picked her way through the wood. "It's the stupidest tea-party I ever was at in all my life!"

"Comunque non ci tornerò mai più!" disse Alice incamminandosi nel bosco. "È la festa più stupida a cui abbia mai partecipato in vita mia!"

Just as she said this, she noticed that one of the trees had a door leading right into it.

Nel dire questo, notò che uno degli alberi aveva una porta d'ingresso.

«That's very curious!» she thought. «But everything's curious today. I think I may as well go in at once.»

«Questo sì che è strano!» pensò. «Ma oggi tutto è strano. Tanto vale entrarci subito».

And in she went.

Ed entrò.

Once more she found herself in the long hall, and close to the little glass table.

Ancora una volta si ritrovò nella lunga sala accanto al tavolino di vetro.

"Now, I'll manage better this time," she said to herself, and began by taking the little golden key, and unlocking the door that led into the garden.

"Stavolta farò le cose per bene" si disse, e incominciò col prendere la piccola chiave d'oro e aprire la porta che portava al giardino.

Then she went to work nibbling at the mushroom (she had kept a piece of it in her pocket) till she was about a foot high: then she walked down the little passage: and then... she found herself at last in the beautiful garden, among the bright flower-beds and the cool fountains.

Poi si mise a sbocconcellare il fungo (ne aveva conservato un pezzetto in tasca) e quando fu alta all'incirca un piede percorse il piccolo corridoio: e poi... si trovò finalmente nel bel giardino, tra le aiuole di fiori variopinti e le fresche fontane.